Mesozoico

Plesiosauro

I Plesiosauri erano grandi rettili marini vissuti nelle acque del Mesozoico. con particolare concentrazione di ritrovamento di fossili risalenti al giurassico inferiore.

Si tratta di uno dei rettili marini più famoso, molto conosciuto grazie ai vari scheletri completi trovati all’interno delle rocce giurassiche di Lyme Regis, in Inghilterra.
Abili nuotatori, capaci di immergersi a grandi profondità, utilizzavano le pinne quasi come fossero ali e “volavano” nell’acqua con un “battito” lento e uniforme.

Il più famoso dei plesiosauri, anzi il plesiosauro che ha dato il nome all'intera famiglia è il Plesiosaurus dolichodeirus


Caratteristiche morfologiche

Il loro nome, plesiosaurus, deriva dal greco plesios “vicino a” e sauros “lucertola” e probabilmente è attribuibile allo scienzato William Conybeare che, studiatene le caratteristiche, lo definì “un serpente passato attraverso il corpo di una tartaruga”.

Il plesiosauro  aveva una testa piccola, un  muso  corto. L'apertura mascellare era molto ampia, e le mascelle erano dotate di denti conici posti in cavità.
Il collo era lungo e sottile e piuttosto rigido con le vertebre quasi piatte alle estremità.
Privo di osso sacro presentava le costole, a metà del tronco, di struttura robusta.
La coda era corta, diritta e affusolata.
Aveva un arco pettorale molto simile a quello delle tartarughe(questa caratteristica è ben visibile nell'immagine della ricostruzione dello scheletro).

ricostruzione dello scheletro di un plesiosauro

Il Plesiosauro aveva una lungezza che oscillava tra i 3 ed i 6 metri, un altezza massima di 1,5m e un peso stimato di circa 2 tonnellate.

Le zampe erano dotate di cinque dita ma con moltissime falangi addizionali.

Le natatoie erano conformate come le pinne di un aliscafo, con bordo d'attacco arrotondato e bordo posteriore più sottile, simile alle ali dei pinguini o alle natatoie delle tartarughe attuali.

Alcune tracce di pelle rinvenute rivelano che il plesiosauro non era dotato di squame, ma presentava una superficie liscia.

Fossile di Plesiosaurus dolichodeirus al Natural History Museum di Londra

Fossile di Plesiosaurus dolichodeirus al Natural History Museum di Londra

Cosa mangiava il Plesiosauro

Il plesiosauro, dal collo lungo e dal capo piccolo, si nutrivano di animali marini piuttosto piccoli.

In linea generale si cibava di pesci e molluschi. Per catturare la sua preda faceva un rapido balzo.

Plesiosauro in azione di caccia di un pesce

Ritrovamento fossili

I ritrovamenti dei numerosi fossili sono avvenuti in Europa, in particola modo Inghilterra e Germania.