Giurassico

Compsognathus

Il Compsognathus è un piccolo dinosauro teropode carnivoro e bipide che visse nel tardo Giurassico, circa 150 milioni di anni fa, nella regione del mondo ora corrispondente all’Europa e più precisamente in Germania ed in Francia, dove sono stati ritrovati i due più importanti reperti fossili. Si tratta infatti di due scheletri quasi completi di Compsognathus, il primo appartenente ad un esemplare giovane di dinosauro Compsognato e pertanto di dimensioni più piccole (circa 1 m di lunghezza), il secondo più grande e all’inizio attribuito per errore ad una specie distinta, chiamata Compsognathus Corallestris. Oggi, l’unica specie nota appartenente alla famiglia del Compsognathus è il Compsognathus Longipes.

Il ritrovamento dei due scheletri di Compsognathus si deve al particolare habitat che contraddistingueva l’Europa milioni di anni fa. Lagune e mari circondavano le poche terre emerse ed erano ricchi di peschi, crostacei, molluschi e altri organismi marini attraverso i quali l’ecosistema si è arricchito di depositi calcarei, che hanno permesso ai reperti fossili di giungere fino a noi.

Un successivo ritrovamento parziale di fossili in Portogallo (denti) è stato attribuito a questa famiglia di dinosauri anche se non ve ne è affatto assoluta certezza.

Caratteristiche fisiche di questo piccolo dinosauro

Tra i più piccoli dinosauri che conosciamo, il Compsognathus si contraddistingue non solo per le sue dimensioni ridotte ma anche per il collo lungo, le ossa leggere, le lunghe zampe posteriori e la lunga coda che probabilmente usava per mantenere l’equilibrio nei suoi spostamenti e negli inseguimenti delle sue prede. L’altezza del Compsognathus era di circa 26 cm ai fianchi; la sua lunghezza poteva variare da 70 a 140 cm; il suo peso era pari a circa 3,5 kg massimo ma poteva anche non raggiungere il chilogrammo.
COMPSOGNATHUS

A causa delle sue dimensioni simili a quelle di un pollo o di un tacchino, per moltissimo tempo il Compsognathus è stato considerato a torto il dinosauro più piccolo mai esistito. Successivamente, con il ritrovamento di resti fossili di dinosauri come il Microraptor, il Parvicursor ed il Caenagnathasia ha perso questo primato.

Il termine Compsognathus, che deriva dal greco e significa dinosauro dalla "mascella gentile", è probabilmente legato alla forma dei teschi fossili, lunghi e stretti, che davano al muso una forma affusolata. I loro denti di questi dinosauri erano piccoli e aguzzi davanti e piatti e arrotondati dietro.

Gli arti anteriori del Compsognathus erano decisamente corti, se paragonate alle zampe posteriori e contraddistinti da tre dita dotate di artigli utili per la caccia. Per molto tempo l’analisi di entrambi i resti fossili ritrovati ha tratto in inganno i paleontologi in quanto la fossilizzazione aveva modificato la morfologia dei dinosauri Compsognathus: nell’esemplare tedesco non aveva conservato perfettamente il terzo dito; mentre nel ritrovamento francese aveva modificato la struttura delle mani, facendo pensare che esse fossero addirittura palmate. In realtà, gli scienziati oggi escludono che il Compsognathus abbia mai avuto una vita anfibia.

Alimentazione del Compsognathus

Il Compsognathus era un dinosauro carnivoro. La dieta del Compsognato consisteva in animali di piccole dimensioni: tipo insetti e piccoli vertebrati, come la lucertola Bavarisaurus, che è stata ritrovata nel ventre dell’esemplare fossile ritrovato in Germania e inizialmente considerato per errore un piccolo embrione. Si trattava comunque di piccoli animali che vivevano lungo la costa dei mari e delle lagune che avvolgevano le poche terre emerse e che il Compsognathus predava facilmente grazie alla potenza delle sue zampe posteriori che lo rendevano veloce e rapido negli spostamenti.

Compsognathus carnivoro in spiaggia che mangia la carcassa di un Ittiosauro

Curiosità sul Compsognato

Le ossa cave e leggere che contraddistinguono il Compsognathus hanno fatto pensare per alcuni anni che questo dinosauro carnivoro rappresentasse una sorta di "antenato" degli uccelli ed in particolare dell’Archaeopteryx. In realtà, altri sono i dinosauri a cui viene attribuito il ruolo, come per esempio i maniraptora come il Segnosaurus, l’Oviraptor e altri ancora. Ciò non ha tuttavia impedito il fatto che il Compsognathus è stato uno dei primo dinosauri ad essere rappresentato con le piume.

Filmografia

Il Compsognathus deve parte della sua notorietà a film come "Il mondo perduto – Jurassic Park", e "Jurassic Park III". Romanzi e filmografia usano il termine "compy" per indicare questo animale estinto, spesso rappresentato come animale abituato a vivere in branco e piuttosto aggressivo verso un improbabile "uomo"!