CRETACEO

Carcharodontosaurus

Il Carcharodontosaurus è un dinosauro carnivoro gigante vissuto in Africa nel Cretaceo ed appartenente alla famiglia dei teropodi carcarodontosauridi. Erroneamente qualcuno lo chiama anche African T-rex, forse per richiamare la possenza di questo animale preistorico, ma a dire il vero Carcharodontosaurus e Tirannosauro non hanno caratteristiche salienti in comune e non sono parenti prossimi, a differenza di quanto accade con il “cugino” sudamericano Giganotosaurus, di poco più grande del Carcarodontosauro e anch’esso un carcarodontosauride.

Il Carcharodontosaurus

A quell’epoca (tra i 105 e i 94 milioni di anni fa), tutta l’Africa era caratterizzata da un clima caldo e umido e dalla presenza di molti laghi e fiumi. Un habitat lussureggiante, ricco di foreste pluviali, che il Carcharodontosaurus condivideva con altri dinosauri molto noti come lo Spinosaurus e il Sarcosuchus, ma anche il Sauroniops, il Deltadromeus e il Bahariasaurus, il Ouranosaurus e il Paralititan.

Le due specie: Carcharodontosaurus Saharicus e Carcharodontosaurus Iguidensis

Due sono le specie conosciute riconducibili al Carcharodontosaurus.

La prima è il Carcharodontosaurus Saharicus, scoperto per la prima volta nel 1927 ad opera di Charles Depéret e J. Savornin in Nord Africa, Algeria, i cui fossili sono andati distrutti durante bombardamenti della città di Monaco da parte degli alleati durante la Seconda Guerra Mondiale; la seconda è il Carcharodontosaurus Iguidensis, scoperto molto più recentemente da Stephen Brusatte e Paul Sereno (1997) in Niger.

Per molto tempo il cranio di Carcarodontosauro ritrovato in Algeria era stato considerato il cranio più lungo di qualsiasi altro teropode a causa di un’errata intepretazione del teschio ritrovato. Ciononostante, il Carcharodontosaurus rimane uno dei dinosauri carnivori giganti, uno dei più grandi teropodi mai esistiti, insieme al Saurophaganax e al Bahariasaurus, più grande dell’Allosauro e del Tirannosauro (T-Rex), dello Spinosauro e del Giganotosauro (a cui appartiene il più grande cranio di teropode mai ritrovato).

Altri resti di Carcarodontosauro sono stati ritrovati anche in Marocco, Egitto e Tunisia.

Caratteristiche fisiche del Carcarodontosauro

La parola Carcharodontosaurus deriva dal greco e significa "lucertola dai denti taglienti", simili a quelli degli squali bianchi (Carcharodon).

Il Carcharodontosaurus infatti era un dinosauro carnivoro, con mascelle grandi e possenti e denti lunghi e dentellati, lunghi fino a più di 20 cm, indicati per fare a brandelli le sue prede: il sauropode Paralitiano e un particolare tipo di iguanodonte di nome Ouranosaurus.

La sua testa come abbiamo già detto era grande.

La sua vista non doveva essere ottima in quanto limitata dalla posizione degli occhi, posizionati al lato della testa. Acuto invece il senso dell’olfatto, così come il suo udito.

Si stima che la lunghezza del Carcarodontosauro si aggirasse intorno ai 12-13 metri, l’altezza ai fianchi fosse tra i 4 e i 5 metri, il suo peso fosse di circa 7 tonnellate e che le sue dimensioni fossero leggermente superiori a quelle del Tirannosauro.

Gli arti inferiori erano lunghi e muscolosi, cosa che potrebbe far pensare che, nonostante la sua enorme massa corporea, potesse correre piuttosto velocemente, fino anche a 20 miglia all’ora.

I suoi arti superiori erano forti, simili a quelli del T-Rex , anche se erano leggermente più lunghi. I tre artigli di cui erano dotate le sue dita venivano probabilmente usati per afferrare meglio le sue prede, soprattutto quelle più piccole e sfuggenti.