Cretaceo

Torosaurus

Il Torosaurus, conosciuto anche con il nome di Torosaurus Latus era un dinosauro erbivoro, vissuto probabilmente in branchi nel tardo Cretaceo o Cretaceo Superiore, tra 70 e i 65 milioni di anni fa.

Il Torosauro abitò le zone costiere del Nord America ed i suoi resti fossili furono ritrovati in particolare in Canada e USA ed in particolare in Utah, Texas, Nebraska e Wyoming.

Il dinosauro Torosaurus

Scoperto nel 1891 da John Bell Hatcher, il nome di dinosauro Torosaurus gli venne in realtà attribuito da Othniel Charles Marsh.

Il termine Torosaurus significa "lucertola perforata", se si fa risalire l’etimologia della parola al latino e farebbe riferimento alle evidenti aperture nella sua cresta ossea; lo stesso termine può essere anche significare "lucertola del toro", dal greco taurus richiamando le dimensioni possenti del cranio di questo animale preistorico.

Vissuto nel Cretaceo Superiore, fu uno degli ultimi dinosauri a fare la sua comparsa durante questo periodo geologico.

Due sono le specie riconosciute e ricondotte al genere del Tosasaurus: il Torosaurus latus e il Torosauro utahensis.

Ricostruzione dello scheletro di Torosauro
Ricostruzione dello scheletro di Torosauro

Caratteristiche del Torosaurus

Come tutti i ceratopsidi, la sua fisionomia era caratterizzata dalla presenza di corna sulla testa e sul muso (tre nel caso del Terosauro) e da un cresta ossuta intorno alla parte posteriore del cranio che misurava fino a 2,5 metri di lunghezza.

Questa cresta assumeva dimensioni particolarmente accentuate proprio negli esemplari di Torosauri, conferendo loro un aspetto particolarmente possente.

La lunghezza di questo dinosauro si aggirava tra i 7,5 fino anche i 8-9 metri di lunghezza, con un peso di anche 8 tonnellate.

Il Torosaurus era dunque contraddistinto da un corpo grande e pesante, che veniva sostentato attraverso un'alimentazione basata esclusivamente sulle piante, soprattutto felci e cespugli; queste venivano raccolte attraverso l’uso di un curioso becco senza denti, simile a quello degli uccelli e posto al termine della bocca dove il cibo veniva poi sminuzzato da denti aguzzi e affilati.

Teschio di Torosauro

Torosaurus vs Triceratops

A partire dal 2009, un gruppo di paleontologi sostenne che il Torosauro non fosse una specie autonoma di dinosauro del Cretaceo, bensì una versione "adulta o matura", dal punto di vista dello stadio di vita, del Triceratopo e come tale dovesse ereditarne il nome.

Secondo questa teoria il Triceratopo, caratterizzato da una cresta ossuta più spessa e solida, rappresenterebbe la versione giovane del Torosaurus, che crescendo e invecchiando, avrebbe visto modificarsi forma e dimensione della sua cresta ossea divenuta nel tempo più grande e sottile al punto da giustificare l’apertura su di essa di due fori circolari di grosse dimensioni.

Questa tesi tuttavia non convince del tutto gli scienziati e la comunità scientifica è ancora oggi divisa sulla corretta classificazione del Torosaurus.

Alcuni paleontologi dubitano persino che una trasformazione così radicale e tardiva nel Triceratopo fosse possibile.

Recenti studi su un esemplare di dinosauro Torosaurus apparentemente non ancora adulto, porterebbero ad escludere che questi due animali preistorici, appartenenti entrambi ai ceratopsidi, possano essere ricondotti alla stessa specie ma piuttosto che essi siano semplicemente animali differenti che hanno convissuto nello stesso spazio e nello stesso periodo di tempo.

 

Il Torosaurus ad oggi viene considerato un genere distinto di dinosauro con le corna e non l'adulto di Triceratopo.