Cretaceo

Euoplocephalus tutus

L’ Euoplocefalo, appartenente alla famiglia dell’ Ankilosauridi, era un dinosauro corazzato vissuto nella parte occidentale del Nord America, in particolare in Canada (Alberta) e negli Usa (Montana) nel periodo del Cretaceo Superiore, 73 milioni di anni fa.
Il nome euoplocefalo deriva dal greco e significa “testa ben corazzata”.
Il ritrovamento di oltre 40 esemplari fossili isolalti fa pensare che conducesse un’esistenza solitaria.

Canada
Usa

Cosa mangiava?

L'Euoplocephalus era un erbivoro dall'ampio becco che vagava per le foreste brucando il fogliame del sottobosco e cibandosi di qualsiasi specie di pianta erbacea.
Con i muscoli dei denti seghettati riduceva le foglie in piccolissimi frammenti.

Caratteristiche fisiche

L'Euoplocephalus aveva la coda clavata, il cranio tozzo e delle complesse cavità nasali.
Il capo era protetto quasi interamente da piastre ossee che sembravano quasi incollate sulla pelle e delle grosse spine, un po' ricurve, sporgevano nella regione delle spalle e sui fianchi, fino alle radici della coda.
Gli occhi, piuttosto vulnerabili, erano protetti da palpebre ossee che potevano essere abbassate, come una serranda, per riparare gli occhi.

Dalla parte posteriore del cranio aveva quattro corna corte.
Il collo, il tronco e la base della coda erano rinforzate da strisce di spuntoni ossei, aculei e grosse placche cornee.
Nonostante la sua corazza piuttosto robusta, nei momenti di pericolo era piuttosto agile.