CRETACEO

Centrosaurus

Il Centrosaurus era un dinosauro erbivoro quadrupede, appartenente alla famiglia dei Ceratopsi o Ceratopi come il più famoso Triceratopo, il Chasmosaurus, lo Styracosaurus e l’Einiosaurus (per citarne solo alcuni).

Visse nel Cretaceo superiore, all’incirca tra 76 e 74 milioni di anni fa, nell’età geologica Campaniana.

Nord America

Il Centrosaurus: un dinosauro con le corna simile al Triceratopo

Il Centrosauro deve il suo nome al suo scopritore, Lawrence Lambe, che rinvenne i primi reperti fossili nella zona di Alberta nel 1904. Altre ossa furono successivamente scoperte in altre zone limitrofe del Canada e nel Montana.

Morfologia e caratteristiche del Centrosaurus

Il Centrosaurus viveva nelle zone umide e paludose dove si nutriva di germogli, arbusti del sottobosco, rami e fogliame basso degli alberi, che riusciva a masticare grazie ad un morso particolarmente forte e a denti dai bordi taglienti.

Le sue dimensioni erano piuttosto imponenti, per quanto non fosse in assoluto l‘esemplare più grosso del gruppo dei Ceratopsi.

Sei metri circa di lunghezza, un peso di circa 1000 kg, spalle forti e gambe robuste davano a questo animale preistorico un aspetto tarchiato, con sembianze molto simili ad un moderno rinoceronte a causa del suo corno nasale curvo. A proteggere il collo uno scudo con due « ganci » ossei piegati verso il basso che forse servivano al Centrosaurus come arma di difesa.

Rispetto al più conosciuto Triceratopo, anch’esso facente parte del gruppo dei Ceratopsi o ceratopi, il Centrosaurus era più piccolo di dimensione e contraddistinto da un unico corno invece dei tre del Triceratopo.

Suo grande antagonista nonché predatore era il Daspletosaurus, dinosauro carnivoro che aveva fatto del Centrosaurus una delle sue prede preferite, ma anche il Tirannosauro era solito infastidire questo dinosauro erbivoro.

 

 

I Dinosauri con le corna

Ceratopsi o Ceratopi

I Ceratopsi o ceratopi, vissero durante la fine del Giurassico e nel periodo Cretaceo, principalmente in Nord America e in Asia. Sono conosciuti come "dinosauri con le corna", a causa di protuberanze ossute o vere e proprie corna che crescevano sulla loro fronte. Si trattava di dinosauri erbivori, al cui gruppo appartenevano animali molto piccoli e bipedi come i Psittacosaurus e animali molto grandi e pesanti come il Triceratopo ed il Centrosaurus. Apparteneva al gruppo dei Ceratopi anche il Chasmosaurus che, come il Triceratopo, era caratterizzato da una sorta di collare osseo o scudo in corrispondenza della nuca, utile forse come protezione, per spaventare gli altri animali o ancora per catturare l’attenzione delle femmine durante il periodo dell’accoppiamento. Mentre i primi esemplari di ceratopo difficilmente superavano i 2 metri di lunghezza, nel corso della loro evoluzione questi animali preistorici arrivarono a pesare anche fino a 10 tonnellate, con lunghezze fino anche a 10 metri. Le zampe anteriori di questi dinosauri quadrupedi erano piu corte di quelle posteriori e ciò conferiva loro una postura particolare, molto sbilanciata in avanti.

Centrosaurus con il corno e lo scudo

Il Centrosauro viveva in branchi

Dopo i primi ritrovamenti di fossili nella vallata del fiume Red Deer in Alberta, grosse concentrazioni di ossa di Centrosaurus furono trovate nel Parco Provinciale dei dinosauri, vicino ad Alberta. Alcuni scienziati ritengono che l’elevata concentrazione di resti in questa zona si possa giustificare solo ipotizzando l’attraversamento di quelle pianure da parte di una mandria di dinosauri, morti tutti insieme in un evento catastrofico o annegati proprio nel tentativo di attraversare un letto di fiume invaso dall’acqua a causa di qualche evento naturale improvviso.

Veri e propri cimiteri di dinosauri, estesi anche per chilometri, depositi di ossa molte delle quali ancora in attesa di essere scoperte.

 

Curiosità

Anche se meno famoso e noto al pubblico rispetto al Triceratopo, del Centrosaurus si conoscono molte particolarità grazie allo studio dei numerosissimi reperti fossili ritrovati.

Non soltanto si sa che viveva e viaggiava muovendosi in branchi, ma si conosce anche la sua strategia difensiva in presenza dei grandi predatori carnivori.

Questi dinosauri con le corna si disponevano infatti in cerchio intorno agli esemplari più deboli del gruppo (femmine e individui giovani) con il corno rivolto verso il predatore, formando una sorta di "muro" difficile da sbaragliare anche in presenza di predatori aggressivi e di grandi dimensioni.